Il monitoraggio

logo_pusteblume

 

Panoramica e retrospettiva

Sulla base delle raccomandazioni dell’OMS, dell’Unione europea e della Commissione federale per la prevenzione del tabagismo, il 16 agosto 1995 il Consiglio federale ha deciso un pacchetto di misure volte a ridurre le conseguenze dannose per la salute del consumo di tabacco per gli anni dal 1996 al 1999 (Ufficio federale della sanità pubblica, 1996). Le priorità del pacchetto erano il consolidamento della prevenzione primaria, l’ampliamento delle disposizioni a tutela dei non fumatori e la promozione e il sostegno alla disassuefazione dal tabacco.

Quale base decisionale per attuare queste misure era necessario un rilevamento continuo delle abitudini di consumo di prodotti del tabacco, dopo che lo studio di fattibilità «Indikatoren für den Tabakkonsum in der Schweiz» (Krebs & Demarmels, 1998) aveva mostrato che i rilevamenti periodici sul consumo di tabacco in Svizzera disponibili all’epoca non soddisfacevano più i requisiti per un monitoraggio efficiente. Era necessario un rilevamento continuo con un campione sufficientemente grande, un catalogo di domande calibrato accuratamente, possibilità di ampliamento flessibili nonché modalità rapide di elaborazione e comunicazione dei dati rilevati (ib.).

Nel novembre 2000, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha incaricato l’Istituto di psicologia dell’Università di Zurigo, Psicologia sociale e psicologia della salute, e Hans Krebs, Kommunikation und Publikumsforschung, Zurigo, di sviluppare e implementare un sistema di ricerca modulare (Monitoraggio del tabagismo in Svizzera), che registrasse in modo rappresentativo e continuo il consumo di tabacco della popolazione svizzera residente. Contemporaneamente, l’UFSP ha elaborato il Programma nazionale per la prevenzione del tabagismo 2001-2005 con dodici obiettivi, tenendo conto delle esperienze fatte con il pacchetto di misure menzionato sopra (UFSP, 2001). Nel 2005, il Consiglio federale ha deciso di prorogare il programma fino alla fine del 2007 e di elaborare un nuovo programma pluriennale per gli anni successivi (UFSP, 2005): la Strategia nazionale di prevenzione del tabagismo 2008-2012, composta da vari assi strategici associati a obiettivi specifici (ad esempio riduzione della quota di fumatori, protezione dal fumo passivo o regolamentazione dei prodotti del tabacco).

 

1Formerly Eidgenössische Kommission für Tabakfragen (Federal Tobacco Commission).

2Bundesamt für Gesundheit (1996). Massnahmenpaket zur Verminderung der gesundheitsschädigenden Auswirkungen des Tabakkonsums. Bern: BAG, Facheinheit Sucht und Aids.

3Krebs, H. & Demarmels, B. (1998). Indikatoren für den Tabakkonsum in der Schweiz. Machbarkeitsstudie im Auftrag des Bundesamtes für Gesundheit.

4Bundesamt für Gesundheit (2001). Nationales Programm zur Tabakprävention 2001-2005. Bern: BAG.

5Bundesamt für Gesundheit (2005). Nationales Tabakpräventionsprogramm verlängert (Bulletin 32/05, S. 569). Bern: BAG.

6Bundesamt für Gesundheit (2008). Nationales Programm Tabak 2008-2012. Bern: BAG.

Monitoraggio del tabagismo – Indagine sul consumo di tabacco in Svizzera. Sviluppo e realizzazione su mandato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) Finanziato dal Fondo di prevenzione del tabagismo. Copyright © 2007 Monitoraggio del tabagismo. Tutti i diritti riservati.